a
a
aa
aprint this page
a   a
a
a

 

 
a
a

 
Legalizzazione
a
[Postilla e visto consolare: servizi accessori alla traduzione e asseverazione]


Soget esegue servizi di traduzione, asseverazione, legalizzazione e richieste di rilascio dei visti consolari.

Possono essere soggetti a legalizzazione i documenti precedentemente da noi tradotti e asseverati.

La legalizzazione consiste nell'attestazione della qualità legale del pubblico ufficiale che ha apposto la propria firma su un documento, nonché dell'autenticità della firma stessa. Le firme sugli atti e sui documenti formati in Italia devono essere legalizzate affinché abbiano valore all'estero.

I visti vengono da noi richiesti presso le ambasciate o i consolati.

Erogazione
La Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo - provvede, per delega del Ministro degli Affari dell'Estero, alla legalizzazione delle firme.
Le firme sui atti e documenti formati in Italia da una rappresentanza diplomatica o consolare estera residente nello Stato italiano devono essere legalizzate affinché abbiano valore in Italia.
Le firme sugli atti e sui documenti formati in Italia devono essere legalizzate affinché abbiano valore all'estero.
L'ufficio della Prefettura (Ufficio Territoriale del Governo) controlla che la firma che appare sul documento da legalizzare sia depositata in un apposito registro. In caso affermativo, viene apposto il timbro di legalizzazione. In caso negativo, viene richiesto via fax all'ente che ha emanato l'atto,  il nominativo della persona autorizzata alla firma e, una volta conosciute le informazioni necessarie, viene disposta la legalizzazione del documento.

Requisiti e documentazione
L'interessato o altra persona incaricata possono presentare il documento da legalizzare e gli eventuali allegati.

Adempimenti richiesti
La legalizzazione di firme su tutti i documenti formati nello Stato o da valere nello Stato, rilasciati da una rappresentanza diplomatica o consolare estera residente nello Stato, sono di competenza dell'Ufficio Territoriale del Governo.
A questa regola fanno eccezione gli atti firmati dai Notai, dai Funzionari di Cancelleria e degli Uffici Giudiziari per la cui legalizzazione, invece, è competente la Procura della Repubblica.
Gli atti e i documenti rilasciati da una rappresentanza diplomatica o consolare presente in Italia che devono valere in Italia sono soggetti all'imposta di bollo (ad eccezione delle esenzioni).

Postilla
La postilla, o apostilla (da apostille) è una specifica annotazione che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciato dalle autorità competenti del Paese interessato. L’apostille sostituisce la legalizzazione presso l’ambasciata. Pertanto se una persona ha bisogno di fare valere in Italia un certificato di nascita e vive in un Paese che ha aderito alla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961 non ha bisogno di chiedere la legalizzazione, ma può richiedere all’autorità interna di quello Stato (designata dall’atto di adesione alla Convenzione stessa) l’annotazione della cosiddetta apostille sul certificato. Una volta effettuata la suddetta procedura quel documento è "ufficialmente" riconosciuto in Italia, perché anche l’Italia ha ratificato detta Convenzione. Anche nel caso di ricorso alla postilla il documento deve essere tradotto in italiano per potere essere fatto valere di fronte alle autorità italiane.

Modalità e tempi di erogazione
La legalizzazione richiede da un minimo di 3 ad un massimo di 5 giorni.

Per il servizio di traduzione giurata e asseverazione fare clic qui.

 

  contatti
a   NUMERO VERDE
Contatta il nostro ufficio commerciale
a
  skype logo Skype
Comunica con il nostro staff
Chiamaci gratuitamente >
a
  Soget srl Soget srl
Via Roncaglia 14
20146 Milano, Italia
+39 02 4859141
a  
  Preventivo on-line Preventivo on-line
Entro 24 ore, senza impegno!
Compila il modulo >

Pagine correlate
spacer
  Asseverazione
Traduzione giurata: eseguiamo il servizio di traduzione e asseverazione in tutte le principali lingue
Vai alla pagina
  a


a
a
a
a